Codice: REIO5104

BOUQUET FRESCO

49.00 €


Quantità:
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
Aggiungi al carrello
Altre foto
Descrizione

Un bouquet fresco, dai colori tenui, è il meglio che si possa offrire ad una persona cara, per inviargli un nostro messaggio di auguri.
Importante in questo caso, è giocare con colori tenui, principalmente tonalita' pastelloo, evitando colori troppo forti e decisi.
L'effetto cosi' ottenuto risultera' molto giovanile fresco e primaverile, e garantiamo che il ricordo di questo dono florale restera' nel ricordo di colei che ha ricevuto il nostro dono floreale.

Nel Linguaggio dei fiori

Anthurium
Simbolo dell'isola di Mauritius, l'Anthurium è conosciuto in tutto il mondo per i suoi eleganti colori. Dalle linee delicate e moderne, può essere regalato agli amanti del feng shui. Simboleggia la verità e l'eleganza.


Calla
Originaria dell'Africa meridionale, la calla di immacolato candore nella specie più diffusa, deriva il suo nome dal greco kalòs=bello. L'armonia delle sue proporzioni e il suo regale comportamento hanno suggerito il significato di maestosa bellezza. La calla è da sempre legata alla bellezza, all'eleganza, ma anche alla semplicità data dal suo fiore così semplice sia pur armonioso e distinto nel suo stelo così rigido.


Gerbera
Detta anche Margherita del Transvaal (Sud Africa), la Gerbera fa parte della famiglia delle Compositae. Giallo, rosso e arancio i colori più noti. Questo fiore è legato al sentimento dell'amore e della compassione.


Giglio
Il giglio è originario della penisola Balcanica e dell'Asia Minore, da dove fu importato nel resto dell'Europa. La tradizione vuole che il giglio, in origine, fosse un fiore bianco e candido, proprio per questo per i cristiani il giglio è simbolo della purezza. Da sottolineare a tale proposito è il fatto che San Giuseppe viene spesso rappresentato con un bastone dal quale germogliano gigli bianchi. Un giglio stilizzato è ancor oggi considerato lo stemma della città di Firenze, anche se, probabilmente, il fiore che si voleva rappresentare era l'iris, in quanto le colline che circondavano la città erano piene di questi fiori. La mitologia narra che il giglio nacque da una goccia di latte caduta dal seno di Giunone mentre allattava il piccolo Ercole. Il significato del giglio è, dunque, quello della purezza e della castità .